Grandisegni - Da Picasso a Burri


16 marzo - 30 giugno 2010

inaugurazione: lunedì, 15 marzo 2010 ore 21.


Il 3 dicembre 1992 la Galleria Blu inaugurava “Grandisegni - Da Kandinsky a Tinguely”, una selezione di rare opere di grandi maestri. Le motivazioni che da sempre hanno caratterizzato la nostra attività, e ci avevano allora portato a realizzare quella mostra, sono le stesse che argomentano la mostra “Grandisegni - Da Picasso a Burri”, che verrà inaugurata il 15 marzo 2010.
A sottolineare la coerenza di questa scelta abbiamo deciso di utilizzare, qui di seguito, il testo che accompagnava l’invito della mostra di allora.


Un titolo per questa rassegna avrebbe potuto essere “Il segno dei grandi”, a sottolineare la grandezza di chi crea forme che prima non c’erano e che ora, esistendo, ci fanno scoprire, avvicinare, elaborare, nuovi spazi di realtà, Grandisegni che valgono più di mille parole, mille parole che sono già tutte nel segno. Abbiamo invece voluto che il titolo riflettesse oltre a questa segreta rivelazione propria dell’arte, anche la caratteristica tecnica comune alle opere in mostra: matite, chine, gouaches, acquerelli, collages parlano un linguaggio “primordiale”; la genuina freschezza di segni che si sviluppa sul foglio di carta facilita la risonanza facendo trasparire il “seme” comunicativo nella sua autentica originarietà: eloquente ed ineffabile, assoluto nel tempo e nello spazio.

Luca Palazzoli

In mostra saranno esposte opere scelte di:

G.Balla, J.Bissier, G.Braque, A.Burri, S.Delaunay, P.Delvaux, J.Dubuffet, M.Ernst, J.Fautrier, L.Feininger, L.Fontana, A.Giacometti, H.Hartung,  P.Klee, W.Kandinsky, F.Leger,  E.Nolde, G.Novelli, P.Picasso, G.Santomaso, B.Schultze, K.Schwitters, Tancredi, Y.Tanguy, M.Tobey, Wols.
Tra queste un importante disegno del 1914 di Giacomo Balla, una tela cubista del 1929 di Georges Braque dal titolo “Baigneuse”, “Etude pour le Bal Boulier”: un raro pastello del 1913 di Sonia Delaunay, un acquerello di Wols del 1949 dal titolo “Construction Navale” ed esposto al Museo d’Arte Moderna di Francoforte nel 1965, una gouache di Kandinsky del 1931 esposta alla Kunsthalle di Basilea nel 1945 e appartenuta a David Rockefeller e infine un collage del 1924 di Kurt Schwitters esposto nel 2001 alla grande antologica dedicata all’artista al PAC di Milano dallo Sprengel Museum di Hannover.


Scarica il documento in formato .doc